In un negozio di ottica il reparto dedicato alle lenti a contatto annovera numerosi prodotti per la loro manutenzione.

Scegliere il migliore sistema di pulizia delle lenti a contatto non è una decisione che si dovrebbe prendere da soli. Il vostro ottico di fiducia vi dirà quale soluzione sia migliore per il vostro caso.

Non è corretto modificare autonomamente il vostro sistema di manutenzione. L’utilizzo di prodotti per la manutenzione non compatibili, possono rovinare le lenti a contatto o danneggiare i vostri occhi.

E’ essenziale comprendere come si effettua la manutenzione delle lenti a contatto per mantenerle sempre pulite, ben igienizzate e sicure per i propri occhi. Una scorretta manutenzione può condurre ad una varietà di infezioni oculari, alcune delle quali anche molto gravi.

Operazioni di base per la manutenzione delle lenti a contatto morbide utilizzando una soluzione detergente.

getty_rm_photo_of_cleaning_contact_lens

Mattino

  1. Lavatevi sempre molto bene le mani prima di indossare e toccare le lenti in modo tale da non trasferire sporco, germi e batteri sulle lenti e di conseguenza nei vostri occhi.
  2. Asciugatevi bene le mani con un asciugamano prima di toccare le lenti; l’acqua non deve entrare in contatto con quest’ultime.
  3. Strofinate la lente nel palmo della mano con una dose sufficiente di soluzione salina (anche se si utilizza un prodotto “no-rub”).
  4. Applicate le lenti sugli occhi.
  5. Svuotate il portalenti della soluzione usata e sciacquate quest’ultimo e il relativo tappo con della soluzione salina.
  6. Fate asciugare il portalenti all’aria lasciandolo aperto.

Sera

  1. Lavatevi le mani ed asciugatele bene.
  2. Riempite il portalenti fino al bordo. Deve trattarsi di una quantità sufficiente a ricoprire completamente le lenti.
  3. Togliete la lente destra dall’occhio, mettetela sul palmo della mano e strofinate delicatamente la superficie della lente dopo averla bagnata con alcune gocce di soluzione detergente. (circa 10 secondi per lato).
  4. Sciacquate la lente con una abbondante dose di soluzione salina per togliere i depositi.
  5. Riponete la lente nel portalenti e procedete alla pulizia della lente sinistra.

Operazioni di base per la manutenzione delle lenti a contatto morbide utilizzando un liquido a base di perossido di idrogeno.

L’uso di questi liquidi richiede la neutralizzazione della soluzione di perossido di idrogeno dopo la disinfezione e prima di indossare le lenti. Questo perché il perossido di idrogeno è un efficace agente disinfettante, ma è tossico per la cornea e deve essere convertito in soluzione salina con un agente neutralizzante, per evitare lesioni agli occhi.

Nei sistemi one-step, le lenti a contatto sono poste in un supporto all’interno di un contenitore cilindrico che viene riempito con una soluzione salina al 3% di perossido di idrogeno. Sul fondo del contenitore vi è un disco solido di materiale che inizia immediatamente a neutralizzare il perossido di idrogeno.

Nei sistemi two-step, si utilizza involucro riempito con solo perossido di idrogeno per un periodo di tempo specificato. Viene quindi aggiunto un neutralizzatore che converte il disinfettante in soluzione salina lenti a contatto innocua per gli occhi.

In entrambi i casi, dopo il tempo minimo raccomandato per la pulizia totale delle lenti, prima che queste vengano indossate di nuovo, dovranno comunque essere risciacquate con della soluzione salina pulita.

I sistemi a base di perossido di idrogeno non utilizzano conservanti. Pertanto, sono spesso raccomandati per persone che possono essere sensibili ai conservanti presenti nelle soluzioni multiuso per le lenti.

Anche se le operazioni di pulizia rimuovono una certa quantità di proteine, è possibile che sulla lente persistano dei depositi che ne diminuiscano il comfort. Ecco perché più a lungo indosserete le lenti prima di sostituirle, più è probabile che avrete bisogno di un dispositivo di rimozione delle proteine più efficace.

Lenti a contatto gas-permeabili: la corretta manutenzione

Diversamente dalle lenti a contatto usa e getta giornaliere, le gas-permeabili vengono portate per un periodo di tempo abbastanza lungo.

Proprio per questo la manutenzione delle lenti a contatto gas-permeabili deve essere fatta con molta attenzione: sulla superficie delle lente potrebbero formarsi depositi o depositarsi microrganismi.

Le lenti a contatto gas-permeabili (impropriamente dette lenti a contatto semirigide) hanno una differenza importante rispetto a quelle rigide: le gas-permeabili, come suggerisce lo stesso nome, sono ‘permeabili ai gas’ e quindi consentono una migliore diffusione dell’ossigeno nella cornea.

La  manutenzione delle lenti a contatto gas-permeabili si effettua in quattro fasi: con la pulizia si rimuovono muchi e altre sostanze dalla superficie della lente; la disinfezione elimina batteri e altri microrganismi dalla lente; il risciacquo serve a togliere dalla lente a contatto i residui del prodotto usato per la disinfezione; e infine l’ultima fase è quella della lubrificazione, grazie alla quale la lente mantiene un buon grado di idrofilia.

Non dimenticare di pulire il porta lenti!

Sicuramente sai quanto sia importante pulire le lenti a contatto, ma è facile dimenticarsi del porta lenti. Il porta lenti va invece pulito tanto quanto le lenti.

Dopo aver applicato le lenti a contatto, svuota il porta lenti dalla soluzione disinfettante rimasta.

Risciacqua regolarmente il portalenti con nuova soluzione adatta per la disinfezione e lascialo asciugare all’aria tutti i giorni (in assenza di umidità i microbi non sono in grado di moltiplicarsi).

Sostituisci spesso il tuo portalenti, almeno una volta al mese.

Ricorda: Non utilizzare mai l’acqua del rubinetto per pulire le lenti o il porta lenti.

Lenti a contatto e acqua.

Non si dovrebbe mai usare l’acqua del rubinetto, acqua in bottiglia o acqua distillata come un sostituto per la soluzione multiuso per la pulizia e la disinfezione. In realtà, si dovrebbe anche essere attenti a eventuali schizzi di acqua negli occhi in caso pratichiate nuoto (anche nelle piscine disinfettate con cloro), vi immergiate in una vasca da bagno, facciate surf o sci d’acqua.

I microrganismi pericolosi si possono trovare in questi ambienti, e in caso si depositino sulle lenti o rimangano intrappolati al di sotto della superficie, possono causare infezioni pericolose per la vista.